Conservativa

La conservativa è la branca dell’odontoiatria che si occupa del trattamento delle lesioni dei tessuti duri del dente, quali ad es. carie, fratture o usure.

Cos’è la carie?  La carie è una malattia che colpisce i tessuti duri del dente ed è causata dall’interazione tra alcune specie batteriche che normalmente si depositano sulla superficie dei denti e gli zuccheri che assumiamo con la nostra dieta.

Si può prevenire?   La durata nel tempo di quest’interazione e una certa predisposizione dell’ospite aumentano il rischio che si sviluppi la carie, ragion per cui la prevenzione della carie è mirata ad una adeguata igiene orale domiciliare quotidiana e ad una riduzione o eliminazione di assunzione di cibi dolci lontano dai pasti.

In che cosa consiste la carie?   Clinicamente la carie si manifesta con una progressiva demineralizzazione e distruzione dello smalto (strato esterno del dente) e della dentina (porzione  interna).

Come faccio a sapere se ho una carie?  I sintomi che, se presenti, possono rivelare la presenza di una carie si presentano in seguito a stimoli termici (cibi freddi o caldi), chimici (cibi dolci o acidi) o meccanici (masticazione o spazzolamento). Alla diagnosi di carie si giunge attraverso l’esame clinico e l’esame radiografico, fondamentale quest’ultimo per rilevare lesioni cariose difficilmente visibili o “sondabili” quali quelle interdentali o profonde.

Come si cura la carie?  Il trattamento della carie consiste nella rimozione di tutto il tessuto affetto e nella ricostruzione del dente interessato mediante tecniche dirette (eseguite interamente alla poltrona in una sola seduta) per le lesioni più piccole, o indirette (che si avvalgono cioè di manufatti odontotecnici) per le lesioni più grandi.

Leave a Reply

Your email address will not be published.